Il ttttProgetto si inserisce all’interno del tema particolarmente delicato e complesso dell’allontanamento di un bambino dalla famiglia d’origine e il suo collocamento in affidamento familiare o in comunità. Destinatari del progetto sono in particolare le famiglie di appartenenza del minore – le famiglie di origine – per le quali la decisione di procedere all’allontanamento del figlio può costituire un ennesimo fallimento ad una situazione già precaria.

Il progetto si pone come obiettivo l’accompagnamento nella costruzione di un benessere personale che possa rivelarsi nelle interazioni in famiglia e nel contesto sociale di riferimento. Un luogo e una proposta a favore delle famiglie d’origine tale da permettere loro di usufruire di un tempo privilegiato e di uno spazio creativo per rivisitare e ricollocare le proprie capacità genitoriali.

Se, infatti, a livello normativo, la legge sancisce da un lato la temporaneità dell’affido e dall’altro il diritto del minore a crescere nella propria famiglia, gli interventi a supporto della genitorialità fragile sono limitati e propongono dispositivi spesso non negoziati che permettono uno spazio molto ristretto di elaborazione dell’esperienza e delle opportunità dell’affido, e si ripercuotono sulle possibilità effettive di rientro nella famiglia del minore.

Esperienze a livello nazionale, hanno evidenziato come attraverso la partecipazione a gruppi di confronto per famiglie di origine, i genitori coinvolti abbiano migliorato anche il rapporto con il servizio sociale di riferimento, sperimentando uno spazio accogliente, di ascolto e di riflessione, in cui si sentono valorizzati nelle loro competenze e capacità di aiuto reciproco, uscendo così dagli stereotipi stigmatizzanti con cui vengono giudicati (Corradini F., Corradini S. 2012).

Da sottolineare l’aspetto altamente innovativo di questo progetto: la partecipazione diretta di alcuni genitori nel processo di costruzione e  programmazione.

Attualmente il progetto è attivo presso il Comune di Trento e nel territorio di Rovereto e della Vallagarina, mediante una collaborazione dei Servizi Sociali del Comune di Rovereto e della Comunità di Valle Vallagarina.

 

In allegato informazioni ulteriori sul progetto “Noi al centro”:

scheda progetto NOI al centro

Noi al Centro – Trento

Noi al Centro – Rovereto