Per la CasaFamiglia:

Bambini e bambine, anche provenienti dallo stesso nucleo familiare, di età inferiore a 6 anni, appartenenti a nuclei familiari caratterizzati da scarsa capacità genitoriale, multi problematicità e casi di maltrattamento. Questi possono pregiudicare l’armonico sviluppo della personalità dei minori o costituire situazioni di rischio. I problemi personali dei minori non devono essere tali da pregiudicare la vita comunitaria in gruppo.

Per il GruppoFamiglia:

Il Gruppo Famiglia si differenzia dalla CasaFamiglia anche per la tipologia di utenza: nel GruppoFamiglia vi è la convivenza di una giovane famiglia con un piccolo gruppo di adolescenti e di ragazzi vicini alla maggiore età, che ha avviato un cammino di sperimentazione e riflessione su un reale e concreto coinvolgimento degli accolti nella  definizione e stesura del proprio progetto di crescita (P.E.Pa.: Progetto Educativo Partecipato). I quesiti che hanno condotto la riflessione e accompagnato la nascita di nuovi strumenti vertono tutti attorno al significato di partecipazione e al reale protagonismo delle persone nel proprio cammino.